• Fidapa

Cosa fa bene e cosa fa male in oncologia. Facciamo il punto

Aggiornato il: 2 set 2019

Si terrà martedì 3 settembre alle ore 17 a Senigallia l’incontro dal titolo “Cosa fa bene e cosa fa male in oncologia. Facciamo il punto”. L’obiettivo è parlare in modo trasversale dei fattori di rischio e dell´impatto che i diversi fattori della vita quotidiana hanno sulla nostra salute: dalla tecnologia, con il dibattito sul 5G in primo piano, all’alimentazione; dall’importanza dei vaccini all’utilità degli integratori. L'iniziativa è organizzata dalla Fidapa Bpw Italy Sezione di Senigallia e dalla professoressa Rossana Berardi, direttrice della Clinica oncologica Università Politecnica delle Marche - Ospedali Riuniti di Ancona, oltre che socia Fidapa (Federazione italiana donne arti professioni affari). L’iniziativa è realizzata inoltre con la partecipazione delle associazioni Andos, Aos e la rete Marcangola.

Sarà compito della presidente di Fidapa Senigallia, Piera Craia, aprire la manifestazione: “Fidapa BPW Italy Senigallia, sempre pronta e attenta alla sensibilizzazione verso tematiche di genere e rapportata all’assoluta attualità delle stesse, vuole mettere in evidenza i molteplici aspetti della necessaria prevenzione con l’intento di sfatare tabù e cercare di fornire risposte, valendosi dell’alta e riconosciuta professionalità dei relatori”.

La professoressa Berardi aggiunge: “In Italia ogni giorno circa 1.000 persone ricevono una diagnosi di tumore maligno a causa di diversi fattori cancerogeni, che l’Associazione Italiana di Oncologia Medica ha ribattezzato i “7 vizi capitali”, tra cui alcune abitudini scorrette quali il fumo e l’alcool, la dieta, la sedentarietà, le infezioni sessualmente trasmesse. Alcuni di questi sono controversi e oggi più che mai c’è bisogno di fare il punto su ciò che fa male e ciò che al contrario può avere un effetto protettivo. I temi più caldi? In assoluto l’opportunità positiva del vaccino contro il papilloma virus e l’arrivo del 5G, di cui non si conoscono gli effetti nel lungo termine.”

Durante il convegno del 3 settembre si discuterà proprio di uno dei temi di maggiore attualità, ovvero quello dei possibili rischi delle nuove tecnologie e del 5G con la dottoressa Fiorella Belpoggi, direttrice Centro per la ricerca sul cancro “Cesare Maltoni” Istituto Ramazzini di Bologna e con il Magnifico Rettore dell’Università Politecnica delle Marche, professor Sauro Longhi che afferma: “Le tecnologie possono aiutarci a vivere meglio, a risolvere tanti problemi, a rendere la nostra vita più semplice e meno faticosa, ma dobbiamo imparare ad usarle meglio per evitare che da aiuto di trasformino in minaccia”.

Il direttore generale degli Ospedali Riuniti di Ancona dottor Michele Caporossi parlerà della stretta connessione tra sanità e salute, tema sul quale anticipa che “Dalla sanità alla salute sembra un gioco di parole, invece è una sottolineatura lessicale della differenza tra un sistema organizzativo (sanità) e una condizione fondamentale della vita dell’uomo. Non potremo mai illuderci di tutelare e garantire la salute se non abbiamo ben chiaro che cos’è la salute e quali sono i suoi fattori determinanti. Questa è un’occasione per parlarne.”

Con il Preside della Facoltà di Medicina e Chirurgia professor Marcello D’Errico si discuterà di infezioni e di cancro e dell’importanza dlla vaccinazione per prevenire il papilloma virus. Riguardo all’alimentazione, il dottor Luca Imperatori - dirigente medico dell’Oncologia degli Ospedali Riuniti di Marche Nord – parlerà di come usare al meglio gli integratori.

Non mancherà il punto di vista di uno chef, Mauro Uliassi (tristellato Michelin), per non privarsi del piacere del cibo, tutelando al contempo la propria salute: “Il cibo entra dentro di noi, ed oltre essere una fonte di piacere è un indispensabile carburante che trasformato dal nostro organismo ci permette di vivere. Un carburante pericoloso se non è quello giusto, che può arrecare gravi danni all’organismo e pericoloso socialmente per le malattie e i costi che poi occorrono per curarle. Quindi è importante sapere cosa è' bene mangiare facendo una distinzione tra quello che si può magiare sempre e cosa ogni tanto.”

Infine, la dottoressa Simona Piergallini dirigente medico della Gastroenterologja dell’Ospedale di Fermo tratterà il tema del microbioma intestinale, che svolge un ruolo centrale per le nostre difese immunitarie. Modereranno l’incontro la professoressa Rossana Berardi e la dottoressa Veronica Quagliarini, dirigente medico della Ginecologia dell’Ospedale di Senigallia.

A chiudere virtualmente il cerchio, ricordando il legame virtuoso tra salute e sport, sarà la passeggiata amatoriale di 5 chilometri “Io corro per la vita” che avrà luogo a Senigallia domenica 8 settembre, giunta all’ottava edizione.











28 visualizzazioni
  • White Instagram Icon

© Copyright 2019  by FIDAPA SENIGALLIA

É movimento di opinione internazionale ...

CONTATTACI